Chi siamo

Identità

Anna

“Popoli in Arte” è nata giuridcamente il 22 aprile 2007 da un piccolo gruppo di perosne con esperienze dirette di cooperazione internazionale e con lo scoppo di rinnovare i termini della tradizionale cooperazione internazionale.  In particolare, come dal suo Statuto, l’Associazione:

  • “promuove processi democratici e partecipativi dal basso nella società italiana e fuori dall’Italia

    Luca
  •  gestisce, in proprio e con altri soggetti, azioni di cooperazione internazionale biunivoca che inneschino processi democratici e partecipativi locali e internazionali

    Sara
  • gestisce, in proprio e con altri soggetti, azioni di sensibilizzazione a livello locale e nazionale per facilitare i processi espressi”

Nella revisione degli obiettivi dopo i suoi primi 10 anni di vita, l’Associazione ha confermato il suo impegno formativo e ha rinforzato il suo impegno apertamente schierato in questioni sociali e politiche cruciali del proprio tempo.

Attualmente l’Associazione ha 24 soci il cui nucleo principale opera in provincia di Imperia, ma i soci abitano nel Basso Piemonte, a Chiavari e Trento in Italia; a Berlino, San Sebastian e Bruxelles in Europa; a Recife in Brasile fuori dall’Europa.

L’attuale Consiglio Direttivo è composto da:

Anna Maria Zumbo (Presidente),
formatrice, con esperienza professionale in cooperazione internazionale, residente a Narzole

Sara Catalano (VicePresidente),
fisica, con esperienze in Teatro sperimentale e nell’arrampicata sportiva, residente a San Sebastian

Luca Guerreschi (Segretario)

Isabella

dottorando in filosofia, attualmente residente a Berlino

Maria Paola Rottino (Consigliere), insegnante e formatrice, con esperienze in cooperazione internazionale, residente a Sanremo

Paola Mazzucchi (Consigliere), insegnante e formatrice, con esperienze in cooperazione internazionale, residente a Ventimiglia

Isabella Valenzano (Tesoriera), insegnante, con esperienze nel commercio, residente a Sanremo

Tutti i membri del Collettivo / Direttivo dell’Associazione hanno conoscenza teorica ed esperienza pratica dei principi e delle prassi di educazione popolare secondo il pedagogista brasiliano Paulo Freire

La metodologia

Nella metodologia si preferisce sostituire la parola “progetto” con la parola “processo”, intendendo per processo tutta/e la/e relazione/i che si instaura/no con i partner o soggetti singoli con i quali di volta in volta si viene in contatto. Alla fine di un’attività la valutazione si basa dunque sulla domanda: “Quali e quanti contatti si sono attivati? Cosa si sta muovendo?” e non “Abbiamo completato il nostro obiettivo” in una lettura in continuo divenire della storia.

L’educazione popolare nata in America Latina è il filo che ha legato le attività svolte dall’Associazione, nella consapevolezza che l’educazione popolare stessa – efficace strumento di resistenza alle dittature militari del passato – oggi abbia ancora da dare il suo contributo all’educazione formale in America e sia una possibile risposta alle difficoltà educative ovunque, tanto in ambito formale che informale.

Le risorse

“Popoli in Arte” è un’associazione piccola e raccoglie fondi sostanzialmente da offerte di privati o Associazioni; altra forma di finanziamento dell’Associazione è la costruzione di iniziative specifiche di raccolta fondi (pesche di beneficenza, partecipazione a mercati dell’antiquariato e mercati artigianali). Dal settembre 2013 l’Associazione ha in affitto un magazzino in Sanremo, via Galilei 613 per il deposito del materiale che riceve in donazione. Da alcuni anni collabora con alcuni Gruppi di Acquisto Solidale locali con la fabbricazione casalinga e diretta di saponi naturali e altri prodotti per l’igiene e la bellezza.

E’ membro del Centro Servizi per il volontariato della provincia di Imperia (CE.S.P.IM) da cui ha ricevuto parecchi sostegni economici per attività formative nel corso degli anni; ha ricevuto piccole somme da enti pubblici nel 2007 e 2008; per il Festival dei Boschi è stata supportata dal Comune di Sanremo nel 2015 e dal Comune di Sanremo e il Casinò di Sanremo per il 2016 e 2017; nel 2015 ha ricevuto un finanziamento dall’Otto per Mille Valdese per migliorie nel magazzino dell’Associazione (porta-finestra a chiusura esterna del locale).

Necessita dell’aiuto di tutti voi!