Eventi di art-educazione

Con l’utilizzo dell’art-educazione, si sono avviati dal 2015 una serie di iniziative culturali in provincia di Imperia come il “Festival dei Boschi” a San Romolo di Sanremo e “Sconfinarte” in tutta la provincia di Imperia.

Il Festival dei Boschi è un Festival di art-educazione che utilizza arti popolari (musica popolare, danze circolari, mimo, teatro, pittura, land-art, artigianato con il legno, con la pietra, con l’argilla, con la zucca lagenaria, con la lana e filati, escursionismo a piedi e in bicicletta, osservazione del cielo) che si svolge nello storico “Prato di San Romolo” nell’entroterra di Sanremo. E’ un Festival aperto ad un pubblico molto ampio dalle famiglie agli adulti, ai giovani, dagli sportivi ai sedentari. Si svolge ogni anno la prima domenica di agosto e dal 2019 nel primo fine settimana di agosto.. In questa occasione gli artisti, pur mettendo a disposizione la propria professionalità, stanno sullo stesso piano dei partecipanti che diventano parte della festa e non fruitori o spettatori. Gli artisti art-educatori supportano e animano l’incontro tra tutti e accendono qualità creative presenti in ciascuno. Creare per stare “insieme con”, creare anche per divertirsi.

Gli incontri “Sconfinarte” sono eventi artistici in cui, di volta in volta,  due o tre artisti di arti diverse sperimentano la contaminazione tra le loro arti insieme con chi vuole partecipare intorno ad un tema o anche solo per il gusto di stare insieme, creando nuovamente occasioni di incontro tra le persone. Gli incontri sono aperti a tutti senza vincoli di età. Possono essere svolti in luoghi chiusi o aperti, già deputati ad incontri culturali, ma ancora meglio rivitalizzando luoghi periferici. Finora hanno avuto luoghi incontri di “Sconfinarte” a Sanremo, Badalucco e Ventimiglia.

A Ventimiglia nella frazione di Roverino, vicino allo svincolo autostradale, nel giro di due anni sono nati cinque murales in collaborazione con le scuole della frazione, con la locale Bocciofila, con la cooperativa Spes, con il Comitato di quartiere e molti residenti. A Vallecrosia sta nascendo un primo murale in collaborazione con l’Istituto Comprensivo locale e con l’espressa volontà dell’Amministrazione locale. Sono tutte occasioni per attività processi concreti di educazione popolare su specifici territori e provare a dare più forza alle comunità locali per loro percorsi autonomi di trasformazione dal basso.